Delleani e il cenacolo di Sofia di Bricherasio

Dall’11 ottobre 2008 al 18 gennaio 2009

DELLEANI-locandina1

L’esposizione ha ricreato l’atmosfera artistica e culturale del cenacolo aristocratico sorto intorno alla  carismatica figura della contessa Sofia di Bricherasio, esponendo opere di Delleani e dei suoi allievi (accanto a Sofia la nipote del maestro Nina, Mario Viani d’Ovrano, Giuseppe Levis e Giuseppe Buscaglione) e di  pittori amici e in parte da lui influenzati, tra cui    Giuseppe Bozzalla. A completare la mostra cartoline e fotografie d’epoca che hanno come oggetto il rapporto tra la contessina, il suo maestro e le varie figure che hanno caratterizzato il clima culturale piemontese della seconda metà dell’Ottocento, tra cui Bistolfi, il capitano Caprilli e il fratello di Sofia, Emanuele, che fu tra i fondatori della FIAT, tutti assidui frequentatori del Castello di Miradolo.

OLTRE LA MOSTRA

Durante il periodo espositivo sono stati organizzati diversi eventi collaterali: conferenze di introduzione e approfondimento  alla mostra; un concorso letterario dal titolo “6000 battute per Sofia”; aperitivi a tema e un breve corso di ricamo bandera con lo scopo di riprendere la tradizione artigianale promossa da Sofia di Bricherasio.