Caravaggio in Piemonte

Luce e ombre dal Seicento piemontese.

Dal 2 ottobre 2010 al 30 gennaio 2011

CARAVAGGIO-locandina

La Fondazione Cosso ha esposto, per la prima volta in Piemonte, la tela raffigurante l’Ecce Homo, unica opera attribuita a Caravaggio presente sul territorio. La tela è stata accompagnata da copie coeve da originali del Merisi arrivate in Piemonte tra il XVII e il XX secolo, omaggi all’opera ancor più che all’operare del grande maestro lombardo. Tutti i dipinti presenti in mostra sono stati corredati da indagini radiografiche al fine di permettere ai visitatori un raffronto diretto tra l’operare di Caravaggio e quello, ben diverso, dei suoi seguaci e copisti. L’intera esposizione è stata accompagnata da accurati apparati espografici che offrivano ai visitatori approfondimenti didattici.

L’Ecce Homo, l’unica opera attribuita a Caravaggio presente sul territorio piemontese, è stata esposta accanto a una sua importante copia seicentesca conservata in Liguria, ad Arenzano, nota da tempo agli studiosi. Dell’Ecce Homo si conoscono quattro versioni: tre in collezioni private – in Piemonte, a New York e a  Barcellona – e una presso il Santuario del Gesù Bambino di Praga di Arenzano.