Vittorio Avondo e il paesaggio dell’Ottocento

Dal 27 marzo al 4 luglio 2010

AVONDO-locandina2

Si è realizzato nella primavera del 2010 un evento espositivo dedicato a uno dei principali artisti della pittura paesaggistica dell’Ottocento piemontese: Vittorio Avondo.

In occasione del centenario della morte, l’esposizione ha inteso presentare, attraverso dipinti, fotografie e documenti, la figura di ampio interesse storico e culturale di un personaggio che, accanto alla sua originaria vocazione pittorica, ha rimarcato nel corso dell’intensa carriera uno spiccato interesse per le antichità e il collezionismo.

Nel 1936 Torino omaggia la figura di Avondo con una  personale nel centenario della nascita, a cura del Museo Civico. Delle 69 opere esposte, tre appartenevano alla Contessa Sofia di Bricherasio e quattro vedute di campagna romana alla famiglia del pinerolese Ernesto Bertea. La mostra al Castello di Miradolo ha cercato di ricostruire l’evento espositivo del 1936 riportando sul territorio l’opera pittorica di un artista amato dal lungimirante mecenatismo della contessa di Bricherasio e dagli artisti locali.

OLTRE LA MOSTRA

Come di consueto, legati alla mostra si sono svolti laboratori e attività didattiche di vario genere, pensati appositamente per le scuole, per gli adulti e per le famiglie. Inoltre, ad accompagnare i visitatori durante il percorso espositivo, ci sono state nuovamente delle installazioni musicali dal vivo.