Luigi Spazzapan

Dal  20 ottobre 2012 al 24 febbraio 2013

immagine-mostra-per-sito

Le sale storiche del Castello di Miradolo hanno ospitato la mostra dedicata a Luigi Spazzapan (1889-1958), uno dei protagonisti più liberi, indipendenti e creativi della scena artistica novecentesca.

Organizzata dalla Fondazione Cosso e curata dal Prof. Francesco Poli. Nelle sale del Castello di Miradolo il percorso espositivo presentava cento opere provenienti da musei pubblici, fondazioni, gallerie e da alcuni tra i più importanti collezionisti che lo hanno conosciuto, stimato e  apprezzato negli anni della sua permanenza a Torino.

Attraverso varie sezioni, la mostra ha messo a fuoco in modo completo le principali fasi della ricerca pittorica di Luigi Spazzapan: il periodo giovanile con la partecipazione al movimento futurista giuliano dei primi anni Venti, l’arrivo nel 1928 a Torino dalla nativa Gradisca d’Isonzo, in provincia di Gorizia, la sua maturazione artistica, il rapporto con il Gruppo dei Sei, le amicizie con i critici più influenti, tra cui Lionello Venturi ed Edoardo Persico e la prima importante personale a Parigi, organizzata da Sandro Alberti nel 1939. Agli anni Trenta risalgono anche la partecipazione alla II Quadriennale di Roma e alla XX Biennale di Venezia.

Il percorso espositivo proposto dalla Fondazione Cosso accompagnava il visitatore alla scoperta dell’uomo oltre che del geniale pittore. Si affiancava la colonna sonora appositamente creata e che rientra a far parte del progetto  Avant-dernière pensée a cura di Roberto Galimberti.