Le progettualità attive

CRESM DELL’AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SAN LUIGI GONZAGA di Orbassano

La Fondazione Cosso collabora con l’Università di Torino e l’ospedale San Luigi di Orbassano per un progetto di ricerca relativo alla riduzione della depressione e all’aumento della qualità della vita in persone affette da sclerosi multipla. In ottemperanza alle sue finalità statutarie, la Fondazione sostiene due borse di studio e l’ospitalità presso il Castello di Miradolo.

 

IN GIRO CON DEMENZA

“In giro con Demenza” è un progetto, a cura di Diaconia Valdese – Coordinamento Opere Valli e del Rifugio Re Carlo Alberto, che risponde ai desideri, espressi da persone affette da demenza e dalle loro famiglie, di creare maggiori opportunità e di migliorare la qualità dei servizi della comunità.

Il progetto prevede di coinvolgere vari soggetti del territorio per formarli all’accoglienza, facilitando alcuni piccoli cambiamenti, siano essi ambientali, architettonici o relativi alla comunicazione e segnaletica, così da rendere enti, negozi o servizi accessibili a tutti.

Il Castello di Miradolo è un luogo “amico della Demenza”.

 

A.S.L. TO3

La Fondazione Cosso e l’A.S.L. TO3 hanno attivato un protocollo d’intesa che sancisce l’attivazione di una collaborazione per l’individuazione di interventi e strategie utili al miglioramento della qualità della vita dei giovani con particolare attenzione agli aspetti individuali sociali e culturali presenti nel loro percorso formativo ed esistenziale. All’interno del protocollo di intesa, saranno attivati progetti e azioni con particolare attenzione alla promozione della salute e della prevenzione al disagio giovanile.

 

FONDAZIONE ZANCAN – PROGETTO “CRESCERE A PINEROLO”

Grazie al contributo della Fondazione Cosso, in collaborazione con il Comune di Pinerolo, le scuole secondarie di primo e secondo grado della città, la Fondazione Emanuela Zancan è stato condotto uno studio che ha coinvolto oltre 800 ragazzi fra i 12 e i 20 anni, con lo scopo di indagarne le aspettative, i sogni, le relazioni con i coetanei e la famiglia.