Progetto Ulisse

Ulisse. Un invito al viaggio
Settembre 2017 – marzo 2018

Ulisse è un discorso sull’uomo. Sui suoi viaggi, reali o immaginari, sui suoi limiti, sulle sue paure, sulla scoperta. Sulla sua crescita che determina la relazione con la sua comunità, le sue regole, i suoi doveri.

L’edizione “zero”, nata nel 2016 e prodromo del progetto 2017/2018, si è sviluppata a seguito della performance, a cura del progetto Avant-dernière pensée, che ha presentato la propria interpretazione del tema di Ulisse nella rilettura del “Ritorno di Ulisse in Patria” di Claudio Monteverdi. Ad alcune matinée dello spettacolo, completate da diversi appuntamenti avvenuti presso le classi con l’obbiettivo di preparare gli studenti al progetto, si è aggiunta l’idea di realizzare una grande performance collettiva a cura degli studenti, in cui le classi partecipanti potessero raccontare le loro personali e uniche visioni di “Ulisse”.

Una sala del Castello per ogni classe partecipante, una sala del Castello per ogni chiave interpretativa.

Nell’anno scolastico 2017/2018, il progetto, dedicato al tema del tempo, sarà declinato in differenti e ulteriori spazi e modalità formative e performative e sarà aperto a più Istituti e partecipanti.

 

Programma attività

Settembre – marzo: si costituirà un tavolo di lavoro con gli insegnanti, gli studenti, gli operatori della Fondazione Cosso e del progetto artistico Avant-dernière pensée, curatore della performance collettiva.

Gennaio: durante matinée dedicate, gli studenti parteciperanno al concerto “Metamorphosis” da Philip Glass. Sarà per loro l’occasione di conoscere gli spazi e di avvicinarsi ai differenti linguaggi artistici che caratterizzano le installazioni proposte al Castello di Miradolo.

Febbraio – marzo: ideazione della messa in scena dei lavori, coordinati da una regia e curatela comune.

La performance collettiva andrà in scena la prima settimana di marzo. Il Castello sarà invaso da proiezioni, letture, interpretazioni teatrali, danze, concerti, installazioni a cura degli studenti, supportati professionalmente negli aspetti tecnici, scenografici e organizzativi.

In sintesi
1. Tavolo di co-progettazione

2. Introduzione nelle classi al progetto e al concerto “Metamorphosis

3. Matinée “Metamorphosis” e visita alla mostra “Fausto Melotti. Quando la musica diventa scultura”

4. Ideazione messa in scena

5. Performance collettiva

 

Informazioni

L’intero percorso è sostenuto dalla Fondazione Cosso.
É richiesto agli studenti/istituti scolastici di sostenere il biglietto di ingresso alle matinée, comprensivo di trasporto e visita in mostra, pari a 10 euro a persona.

É possibile inserire il progetto in percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro.

 

Per informazioni sul progetto
0121 376545
Alice Imperiale
Segreteria Fondazione Cosso

immagine-del-progetto