Share:

IO CREO – Performance collettiva – tour virtuale

Questo programma è dedicato all’espressione artistica e all’educazione creativa.
Gli studenti e i docenti, condotti da alcuni professionisti, partecipano a un percorso formativo che intende indagare i linguaggi artistici e performativi: l’obiettivo è sviluppare una lettura creativa, personale o del gruppo classe, del tema che viene scelto ogni anno. L’intento del percorso non è soltanto approfondire gli argomenti o i contenuti per conseguire abilità specifiche ma, soprattutto, creare un luogo didattico che possa favorire il potenziamento delle competenze trasversali e delle letture di contesto.

Per quattro anni i partecipanti hanno messo in scena la loro lettura critica dei temi per mezzo di performance multidisciplinari che hanno avuto luogo nelle sale del Castello di Miradolo.

Per questo anno scolastico, a causa dell’emergenza sanitaria, il percorso si avvarrà dei linguaggi digitali.

Dopo la sperimentazione di questa modalità nell’anno scolastico 2019/2020 (SCOPRI QUI IL TOUR VIRTUALE ULISSE E IL LIMITE), quest’anno gli studenti si misureranno nuovamente con l’allestimento di un tour virtuale.

Si tratta di una vera e propria piattaforma tecnologica di visita panoramica che ricostruisce digitalmente gli spazi interni ed esterni del Castello di Miradolo attraverso immagini 360° ad alta risoluzione, rendendole esplorabili in tre dimensioni e interattive così che sul proprio device si possano visionare video, foto, testi, audio e molto altro realizzati dagli studenti.

A differenza dello scorso anno, inoltre, gli studenti partecipanti non lavoreranno su riflessioni autonome ma su un compito di realtà: dovranno progettare e realizzare una serie di giochi sul tema dell’infinito che si susseguiranno negli spazi digitali, così da ideare un tour virtuale che diviene anche strumento didattico. In questo modo l’esperienza diventerà anche empirica ed inserita in un contesto reale. Le attività si svolgeranno in modalità collaborativa per dar modo ai ragazzi di sperimentare il lavoro in gruppo e saranno messe in campo più competenze, digitali ma anche civiche e sociali.

Questi linguaggi cambiano, naturalmente, la modalità di progettazione degli elaborati creativi e la relazione con il pubblico. In questi anni il Progetto ha permesso di incontrarsi e confrontarsi, mettendosi in coda per assistere alle performance dal vivo che, negli ultimi 3 anni, hanno conquistato le sale del Castello di Miradolo. L’emergenza ci induce ad un ascolto diverso. Ma l’esperienza appena trascorsa ci dice che il luogo, seppur virtuale, rimane, grazie agli studenti e ai loro docenti, spazio di poiesi e di poesia. Permette, per quanto digitale, di immergersi nel vivace e fertilissimo pensiero dei ragazzi, sempre capace di porre luce nuova sugli accadimenti. A dimostrazione che tutti i linguaggi possono diventare rappresentazioni simboliche di mondi, speranze, paure e, quindi, forieri di messaggi e racconti.

Gli incontri con i professionisti nel campo della progettazione creativa e dello sviluppo tecnico si attueranno in modalità telematica e di D.A.D. Gli studenti produrranno elaborati creativi in forma multimediale (audio, video, testi o immagini, ampliando così il quadro delle loro competenze digitali) e avranno anche il compito di ideare un progetto di allestimento virtuale dello spazio a loro affidato.

Potrebbero interessarti anche

Da un metro in giù a casa tua

19
Novembre 2020

Il progetto didattico “Da un metro in giù” è diventato anche digitale! “Da un metro in giù” è un progetto...

Le visite sono sospese

06
Novembre 2020

Nel rispetto delle indicazioni dell’ultimo DPCM il Castello di Miradolo e il suo parco storico sospendono le visite fino al...

Le dolcezze di Antica Pasticceria Castino

02
Novembre 2020

Anche se il Bistrot del Castello è chiuso c’è un modo per non farsi mancare le specialità dolci e salate...

Non hai trovato l’attività adatta alla tua classe?

Il personale della Fondazione Cosso è sempre a disposizione per concordare attività legate a specifiche esigenze.