Anno scolastico 2019/2020

Scuola secondaria di II grado

Gli strumenti culturali

ULISSE
Un invito al viaggio

In collaborazione con Avant-dernière pensée
Da settembre 2018 al luglio 2019

Ulisse è la proposta didattica destinata alle Scuole Secondarie di II grado, sviluppata dalla Fondazione Cosso e dal progetto artistico Avant-dernière pensée, residente presso il Castello di Miradolo.

Il progetto nasce per offrire uno spazio organizzato di espressione, dialogo e orientamento in chiave creativa, aperto agli adolescenti del territorio.

Si organizza in due moduli: “IO CREO” e “IO MI ORIENTO“.

Modulo performance collettiva: Io Creo

Questo modulo rappresenta lo spazio dedicato all’espressione artistica e all’educazione creativa.
Gli studenti e i docenti, condotti da alcuni professionisti, partecipano ad un percorso formativo relativo ai linguaggi artistici e performativi, con l’obiettivo di sviluppare una loro lettura creativa di un tema scelto. I lavori che ne risulterano vanno in scena presso il Castello di Miradolo durante una grande lavoro collettivo.

Per il 2019/2020 il tema scelto è “Il limite”. Gli studenti e i loro insegnanti saranno invitati a misurarsi con le accezioni suggerite da questo concetto: il limite come imposizione, come sfida, come regola o eccezione. Il limite come condizione, dell’agire o del linguaggio. Il contemporaneo sembra rapportarsi con un significato di carattere essenzialmente negativo del termine: il limite può, invece, essere letto come elemento “ridefinente”, imprescindibile nella formulazione delle conoscenze, capace di regolare l’enunciazione dei giudizi, la loro strutturazione interna e la loro aderenza allo stato contingente delle cose.
Limite, da l?m?s, insieme confine, differenza, frontiera, sentiero, traccia.
Da osservare, da sfidare, da oltrepassare. Da sentire, da misurare, da contemplare.

Per mezzo di questa azione, Ulisse diviene un vero e proprio progetto di socialità in chiave formativa, che ha l’obiettivo di promuovere le capacità creative ed espressivi degli studenti, in rete con i docenti, così da calare l’esperienza nell’ambito scolastico, per connetterla ai programmi e ai saperi che quotidianamente vengono sviluppati in classe.

L’intero percorso è completamente gratuito.
E’ richiesto il pagamento di € 12,00 a studente per partecipare al Concerto di Natale, comprensivo di servizio navetta dalla Scuola al Castello A/R e di biglietto di ingresso.

Modulo Incontri con i professionisti dell’arte e della cultura: Io mi Oriento

L’obiettivo è quello di raccontare le diverse fasi del lavoro in ambito culturale e di coinvolgere gli allievi nella complessità delle azioni progettuali, avvicinandoli, in chiave orientativa, ad alcune professioni dell’arte e della cultura, che rimangono pietre miliari nei percorsi di costruzione di cittadinanza e di coscienza, e che necessitano di approcci non tradizionali, di ampie disponibilità, di sempre rinnovata curiosità e determinazione.

A titolo di esempio, elenchiamo alcuni programmi già attivati per esplicitare la metodologia di lavoro relativa a questo modulo:

  • La mostra (massimo 40 studenti): un calendario di incontri e attività che permetta di scoprire il “dietro le quinte” della progettazione e dell’allestimento delle mostre d’arte organizzate presso il Castello di Miradolo;
  • Il Laboratorio della diversità (massimo 15 studenti): un percorso finalizzato a far conoscere le professionalità connesse al mondo dell’educazione, della didattica museale e dell’accoglienza in ambito culturale: laboratorio intergenerazionale durante il quale alcuni pazienti affetti da Alzheimer saranno condotti dagli stessi allievi in un viaggio di scoperta del Parco storico del Castello;
  • Il Fondo Archivistico Castello di Miradolo (massimo 15 studenti): un modo di avvicinare gli studenti all’archivio e alla memoria del Castello di Miradolo in termini di ricerca e creatività;
  • Il Parco storico (massimo 40 studenti): un calendario di incontri e attività che permetta di avvicinarsi alle professioni botaniche e naturalistiche, in un’ottica di promozione della tutela ambientale e paesaggistica.

Per la realizzazione di questo modulo, gli Istituti scolastici co-partecipano economicamente diventandone, di fatto, co-produttori.

È possibile riconoscere il progetto come precorso di Alternanza Scuola-Lavoro.

Alcuni numeri dell’ultima edizione
5

Istituti di formazione superiore della Città di Pinerolo coinvolti

15

Professionisti dell’arte circa, tra musicisti, tecnici audio e video, professionisti della formazione e della comunicazione per supportare i ragazzi

250+

Studenti tra i 14 e i 18 anni, 19 classi e più di 30 docenti

500+

Ore di lavoro dall’avvio del progetto nel mese di ottobre alla grande performance collettiva finale

Hai bisogno di informazioni più specifiche?

La Segreteria Didattica della Fondazione Cosso è sempre disponibile per rispondere a eventuali domande e fornire informazioni aggiuntive sul progetto.