Share:

Bellezza tra le righe

TERZA EDIZIONE DI “BELLEZZA TRA LE RIGHE”
A Casa Lajolo, a Piossasco, e al Castello di Miradolo, a San Secondo di Pinerolo

Tra gli ospiti Davide Ferrario, Enrica Tesio, Paolo Verri, Enrico Camanni, Matteo Saudino, Luca Crippa, Franco Prono, Daniele Zovi

La lettura incontra la bellezza nelle dimore storiche
«Libertà: di luoghi, di azioni e di pensieri» il tema dell’edizione 2022

E’ dedicata alla libertà l’edizione 2022 di “Bellezza tra le righe”, la rassegna organizzata da Fondazione Casa Lajolo e Fondazione Cosso con il contributo della Regione Piemonte. Torna, per il terzo anno, in due luoghi speciali: il giardino di Casa Lajolo, a Piossasco, e quello del Castello di Miradolo, a San Secondo di Pinerolo.
Un’occasione diversa per vivere due dimore storiche del Piemonte. Tra antichi vialetti e alberi secolari, la volontà è quella di condurre il pubblico in luoghi di pace e rara bellezza, proponendo delle conversazioni con autori, giornalisti, architetti, registi, docenti universitari, filosofi e manager culturali. Voci del tempo presente, insomma: gli incontri sono in programma tra domenica 26 giugno e domenica 23 ottobre.

La libertà, al centro di quest’edizione, è intesa nel senso più ampio e l’obiettivo è guardarla e indagarla volgendosi verso la concretezza della terra e delle montagne del territorio circostante, ma anche verso il pensiero e le modalità di comunicarlo. 
Così, ecco che domenica 26 giugno, data di inizio, sono previsti due appuntamenti quasi in contemporanea nelle due dimore storiche: a Piossasco arriva Luca Crippa con il suo ultimissimo romanzo “La bambina di Kiev”, che, scritto a quattro mani con Maurizio Onnis, intreccia sapientemente, alla dimensione narrativa, importanti testimonianze e resoconti d’attualità di profughi e vittime della guerra in Ucraina; a Miradolo, in un appuntamento in collaborazione con Piemonte Movie, inserito all’interno della rassegna “CineVillaggio” del Cinema delle Valli di Villar Perosa, è in programma una serata omaggio a Gianni Celati, scrittore, professore, traduttore, critico e documentarista scomparso nel gennaio scorso, che, con grande libertà, ha sempre raccontato il territorio in cui viviamo. Protagonisti Davide Ferrario e Franco Prono.

A luglio poi la libertà diventa quella rigenerante che nasce prendendosi cura del verde: ne parla l’architetta paesaggista Monica Botta nel suo ultimo libro “Caro giardino, prenditi cura di me” (è ospite il 31 luglio a Piossasco) mentre, ad agosto, tocca allo scrittore torinese Enrico Camanni dipingere quella libertà che pervade chi ama la montagna, come si evince anche dal suo ultimo libro “La discesa infinita. Un mistero per Nanni Settembrini”, edito da Mondadori.

Domenica 18 settembre a Miradolo arriva un’altra scrittrice torinese, l’amata blogger Enrica Tesio, con il suo ultimo “Tutta la stanchezza del mondo”, un diario privato di fatiche collettive con una domanda di fondo: ma nella vita quotidiana la libertà di essere stanchi esiste ancora?
Domenica 25 settembre a Casa Lajolo Paolo Verri presenta, invece, il suo libro “Il paradosso urbano”, sulle metamorfosi emblematiche di “Nove città in cerca di futuro”, con una riflessione sull’equilibrio tra crescita, valorizzazione della propria identità storico-culturale e il rispetto dei processi democratici. Declinare un concetto di libertà di crescita e di sviluppo è certamente più complesso ma anche affascinante.

Quindi, a ottobre, a Miradolo il microfono va Matteo Saudino con un libro dedicato alla filosofia per diventare finalmente artefici del proprio destino (è “Ribellarsi con filosofia. Scopri con i grandi filosofi il coraggio di pensare”, in calendario il 1 ottobre) e a Daniele Zovi con “In bosco. Leggere la natura su un sentiero di montagna” (23 ottobre): racconta come camminare ci aiuti a ritrovarci e rivelarci l’intreccio costante di clima, paesaggio, animali e piante che costituisce la vita segreta del bosco. E una chiave unica di libertà.

«Abbiamo cercato di guardare con fiducia al futuro con l’edizione del 2020 e rivendicato l’importanza della gentilezza verso le persone e le cose nel 2021. Di fronte a un iniziale allontanamento da un incubo sanitario se ne manifesta subito un altro di carattere umanitario – dichiara Alberto De Vecchi Lajolo, presidente della Fondazione Casa Lajolo – è venuto quindi naturale scegliere il tema della libertà come fil rouge dell’edizione 2022 della rassegna per interrogarci sui modi di affrontare le limitazione della libertà stessa, apprezzando le opportunità che la vita ci offre quotidianamente, per continuare a goderne. Si riconferma anche quest’anno l’importanza del lavoro di rete, in modo particolare con interlocutori preziosi come la Fondazione Cosso, per dare continuità a iniziative come questa».


«Attendiamo con piacere l’avvio della rassegna, che quest’anno ruoterà intorno al tema della libertà: un viaggio attraverso il cinema, la saggistica, la filosofia e la natura, per parlare di libertà di essere, di pensare, di emozionarsi ancora. Un cammino che promette di essere profondo, fecondo di idee e spunti di riflessione, nella cornice del parco ottocentesco del Castello di Miradolo – sottolinea Maria Luisa Cosso, presidente Fondazione Cosso – Ringraziamo Fondazione Casa Lajolo per la preziosa collaborazione nell’ambito di questo importante progetto, che ci accompagna per il terzo anno consecutivo, e che speriamo possa proseguire ancora».


IL PROGRAMMA

Domenica 26 giugno. Inizio in contemporanea nelle due dimore storiche.

Casa Lajolo, Piossasco.
La libertà di comunicare, e raccontare.
Ore 18: Luca Crippa e la libertà ai tempi della guerra.
Ore 19: aperitivo su prenotazione e omaggio dall’orto.
Presentazione del romanzo “La bambina di Kiev” (Libreria Pienogiorno, scritto a quattro mani con Maurizio Onnis), con protagonista Alisa e la sua famiglia la cui vita, la notte del 23 febbraio, viene sconvolta da un immenso boato. Si tratta della storia di una famiglia, e al tempo stesso di migliaia di famiglie. Perché sono ormai oltre 5 milioni secondo l’Alto commissario ai rifugiati delle Nazioni Unite i profughi della guerra in Ucraina, un terzo dei quali minori, ragazzini come Alisa.  Modera Sante Altizio.

Castello di Miradolo, San Secondo di Pinerolo
Pianura e libertà.
In collaborazione con Piemonte Movie. All’interno della rassegna “CineVillaggio” del Cinema delle Valli di Villar Perosa.
Ore 19,30: pic-nic nel prato.
Ore 21,15: Incontro con Davide Ferrario e Franco Prono. Proiezioni di “Mondonuovo” (58 minuti) e “Sul 45° parallelo” (50 minuti) di Davide Ferrario.
Una serata di racconto e ricordo di Gianni Celati, scomparso lo scorso 3 gennaio. Un cantore straordinario dei dettagli che si nascondono nelle pieghe della pianura Padana, nelle storie che si rincorrono nei paesini, bar, distributori di benzina, supermercati, dove la Provincia, solcata dall’incedere lento del grande fiume Po, si esprime in tutta la sua tensione monocorde.
Gianni Celati, scrittore, professore, traduttore, critico e documentarista, ci racconta il territorio in cui viviamo, lontano dai modi e dai tempi contemporanei.

Domenica 31 luglio
Casa Lajolo, Piossasco

I giardini e la loro libertà che cura.
Ore 18: Monica Botta e il suo ultimo libro “Caro giardino, prenditi cura di me”, LDN Editore 2018.
Ore 19: aperitivo su prenotazione e omaggio dall’orto.
Architetta paesaggista, l’autrice racconta il potere terapeutico degli spazi verdi, un vero e proprio processo di cura che i giardini contribuiscono ad attivare nelle persone in terapia dentro strutture sanitarie al chiuso, ritrovando libertà di movimento, di azione, socializzazione. Dialoga con Sante Altizio. 

Domenica 28 agosto
Casa Lajolo, Piossasco

Misteri e libertà tra le vette.
Ore 18: Enrico Camanni racconta il suo ultimo libro “La discesa infinita. Un mistero per Nanni Settembrini”, Mondadori 2021.
Ore 19: aperitivo su prenotazione e omaggio dall’orto.
L’autore torna con la sua personale ed affascinante commistione tra mistero noir e romanzo di montagna, dando vita alle avvincenti pagine in cui spicca l’analisi attenta e curata degli animi di chi tra le vette ritrova se stesso e la libertà. Dialoga con Sante Altizio.

Domenica 18 settembre
Castello di Miradolo, San Secondo di Pinerolo

Vita quotidiana e libertà
Ore 15: Enrica Tesio, “Tutta la stanchezza del modo”, 2022, Bompiani
Ore 17: merenda.
Nel 2013 il Papa si dimette non perché malato ma perché è stanco, è afflitto dalla patologia del secolo, la stanchezza. Il quel momento l’autrice si sente “parte di qualcosa di grande e insieme sola in modo assoluto”. Perché no, noi non possiamo dimetterci. Noi siamo il popolo del multitasking che diventa multistanching. Con il suo sguardo acuto e pieno di humor Enrica Tesio ci apre un diario privato di fatiche collettive. E a noi resta la domanda: ma nella vita quotidiana la libertà di essere stanchi esiste ancora?

Domenica 25 settembre
Casa Lajolo, Piossasco

Le città e il loro futuro, per una libertà ‘costruttiva’.
Ore 17: Paolo Verri presenta il suo libro “Il paradosso urbano”, editrice Egea, 2022.
Ore 18: aperitivo su prenotazione e omaggio dall’orto.
Libertà di crescere ma fino a dove? E come? L’autore, noto manager culturale e docente universitario, narrando le metamorfosi emblematiche di “Nove città in cerca di futuro”, s’interroga su quale sia la strada corretta che le città debbano percorrere per mantenere l’equilibrio tra crescita, valorizzazione della propria identità storico-culturale e il rispetto dei processi democratici. Dialoga con Sante Altizio.

Sabato 1 ottobre
Castello di Miradolo, San Secondo di Pinerolo

Linguaggio e libertà
In collaborazione con Pensieri in Piazza – Festival Trame: traduzioni, passaggi, metamorfosi.
Ore 15: Matteo Saudino, “Ribellarsi con filosofia. Scopri con i grandi filosofi il coraggio di pensare, 2022, Vallardi Editore.
Ore 17: merenda.
Questo è un libro di filosofia, ma anche un’arma contro il pensiero normalizzato e uno strumento per coltivare l’indipendenza di giudizio, sempre più indispensabile in un mondo dominato dall’omologazione di massa. Matteo Saudino ci presenta dieci filosofi per dieci atti di ribellione, raccontati tra realtà e finzione: un viaggio controcorrente, da Anassimandro a Marx, passando per Epicuro, Ipazia, Pascal, Spinoza, Olympe de Gouges e Kant, per guardare sotto la superficie e imparare a scegliere la strada che fa per noi, diventando finalmente artefici del nostro destino.

Domenica 23 ottobre
Castello di Miradolo, San Secondo di Pinerolo

Sentieri e libertà
Ore 15: Daniele Zovi “In bosco. Leggere la natura su un sentiero di montagna” , 2021, UTET
Ore 17: merenda.
Passo passo, sui sentieri del bosco si impara ad osservare e a interpretare i segni della natura, dalle simbiosi  che danno vita ai licheni allo sviluppo dei funghi in una ceppaia; ci si meraviglia scoprendo le orme lasciate dal cervo vicino ad una fonte o osservando un insetto pattinatore scivolare sull’acqua di una pozza. “Voglio rimettermi alla prova in un cammino lungo, tenere il telefono spento, ascoltare, annusare, sentirmi solo e ritrovarmi, come so che accade quando cammino a lungo senza parlare”. Camminare per ritrovarsi e rivelarci l’intreccio costante di clima, paesaggio, animali e piante che costituisce la vita segreta del bosco.


UTILITA’

Per il Castello di Miradolo: conversazioni con l’autore: 5 euro a persona comprensivo di ingresso al parco. Merenda: 5 euro. Pic-nic: 14 euro a persona, 9 euro a bambino. La serata di domenica 26 giugno sarà ad ingresso libero. Prenotazione obbligatoria: 0121 502761, prenotazioni@fondazionecosso.it

Per Casa Lajolo: incontri con l’autore compresi nel biglietto di ingresso alla casa e al giardino: 8 euro. Aperitivo su prenotazione 10 euro.

Potrebbero interessarti anche

Cinema nel Parco: Il ritratto del duca

Appuntamento giovedì 7 luglio, alle 21.30, con “Il ritratto del duca”.Kempton Bunton, sessant’anni, ha sempre qualcosa da dire: contro il...

Estate al Parco

L’estate al Castello di Miradolo è ricca di attività e proposte per grandi e piccini. IL PROGRAMMA DELL’ESTATE Giovedì 30...

Visite al Parco

Da sabato 2 luglio, e per tutta l’estate, il parco è aperto alle visite il sabato e la domenica, dalle...