Share:

“I” di inverno

L’inverno è un grande momento, di pausa e di riflessione.
Il giardiniere va in letargo a Natale e si sveglia all’Epifania. Il giardino ha il suo momento di meritato riposo, in trepida attesa delle possibilità della nuova stagione: tutto sembra come in pausa, con lo sguardo al futuro.
E poi, la neve.
Leggera è bellissima, forte e pesante fa soffrire gli alberi.
È un momento inaspettato, quando comincia a scendere, quando, per raggiungere la casa, si spazza una piccola stradina o un piccolo sentiero.
Il bianco è candido, è bello rimanere incantati in una stanza calda a guardare come scende, con fiocchi piccoli o grandi, i primi più veloci, i secondi lenti, come sospesi.
I rumori sono ovattati e i cani diventano pazzi di gioia: per loro è un gioco, ha un senso di rinnovamento, di novità.
Per noi, spesso, affiora la nostalgia.

Paolo Pejrone

Potrebbero interessarti anche

“P” di primavera

La primavera è il grande momento del giardino.Tutti i giardini sono belli in primavera, anche se, per un giardino, è...

“A” di autunno

L’autunno mi fa pensare al mese di novembre, all’estate di San Martino quando, dopo i primi freddi, ogni tanto compare...

“E” di estate. Arriva il blu e l’estate.

L’estate è una stagione del giardino, “una”, non “la” stagione. È il trionfo dell’orto, è quando il giardino restituisce la...