Share:

“I” di inverno

L’inverno è un grande momento, di pausa e di riflessione.
Il giardiniere va in letargo a Natale e si sveglia all’Epifania. Il giardino ha il suo momento di meritato riposo, in trepida attesa delle possibilità della nuova stagione: tutto sembra come in pausa, con lo sguardo al futuro.
E poi, la neve.
Leggera è bellissima, forte e pesante fa soffrire gli alberi.
È un momento inaspettato, quando comincia a scendere, quando, per raggiungere la casa, si spazza una piccola stradina o un piccolo sentiero.
Il bianco è candido, è bello rimanere incantati in una stanza calda a guardare come scende, con fiocchi piccoli o grandi, i primi più veloci, i secondi lenti, come sospesi.
I rumori sono ovattati e i cani diventano pazzi di gioia: per loro è un gioco, ha un senso di rinnovamento, di novità.
Per noi, spesso, affiora la nostalgia.

Paolo Pejrone

Potrebbero interessarti anche

Da un metro in giù

Nelle sale espositive, sotto le opere, e nel parco storico, i nostri visitatori trovano il progetto Da un metro in...

Ascolta i podcast della Fondazione Cosso

Sulla piattaforma Spotify puoi trovare i podcast di tutti gli appuntamenti della rassegna Mezz’ora con… intorno alla mostra “Oltre il...

Autunno al Parco

La magia del foliage al Castello di Miradolo DAL 2 OTTOBRE AL 20 NOVEMBRE Nel parco, in autunno, la natura...