Share:

“P” di primavera

La primavera è il grande momento del giardino.
Tutti i giardini sono belli in primavera, anche se, per un giardino, è importante essere bello in tutte le stagioni.
La primavera è un’anticamera, ci dà le primizie, i primi lampi di vita. Inizia con la fioritura dei narcisi, dei ciclamini d’inverno, dei bucaneve: occorre guardare in basso per osservare l’arrivo della primavera.
La primavera è un momento di confronto con il proprio lavoro, accade dapprima tutto lentamente poi, all’improvviso, tutto sembra correre all’impazzata. La primavera è come una sinfonia, che si compone di tempi e di movimenti.

Dopo l’estate, l’autunno e l’inverno, è arrivata la primavera a “Oltre il Giardino. L’abbecedario di Paolo Pejrone”, la mostra che segue il corso delle stagioni, che accompagna il trascorrere del tempo, che muta prospettive, colori, luci e ombre, come un giardino.

Potrebbero interessarti anche

“I” di inverno

L’inverno è un grande momento, di pausa e di riflessione. Il giardiniere va in letargo a Natale e si sveglia...

“A” di autunno

L’autunno mi fa pensare al mese di novembre, all’estate di San Martino quando, dopo i primi freddi, ogni tanto compare...

“E” di estate. Arriva il blu e l’estate.

L’estate è una stagione del giardino, “una”, non “la” stagione. È il trionfo dell’orto, è quando il giardino restituisce la...