113. Ignea

113. Ignea

CODICE: 113

Caratteristiche morfologiche

FIORE

FIORE
Peoniforme
DIAMETRO
7,2 – 8,5 cm
PROFONDITÀ
Peoniforme
DIMENSIONE
Piccola-media
PETALI
Numero: 11 - 13
Forma: Tondeggiante
Superficie: Piana
Margine: Inciso
Colore: Rosso (55 A)
STAMI
Numero: 49 - 99
Disposizione: In gruppi
Colore filamenti: 2 D
Colore antere: 14 B
PETALOIDI
Numero: 28 - 36
Disposizione : Irregolare
VARIEGATURE
Tipo: Marmorizzazioni
Colore: Bianco (155 D)
ALTRE CARATTERISTICHE
Altre caratteristiche/annotazioni: Venature evidenti

FOGLIA

LUNGHEZZA
7,0 – 8,7 cm
LARGHEZZA
3,8 – 5,8 cm
FORMA
Lamina: Ovata
Apice: Acuminato
Margine: Brevemente seghettato
COLORE
Pagina superiore: 147 A
Pagina inferiore: 146 A

Esemplare osservato

Località
San Secondo di Pinerolo, Parco del Castello di Miradolo (TO)
Numero
113
Provenienza della pianta madre
Villa Durazzo Pallavicini (Genova) – N. 56
Fioritura
Periodo: Tardivo Densità: Bassa
Dove osservare la stessa varietà
Vivaio di Piero Hillebrand Villa Borrini (LU)

Notizie storiche e bibliografiche

Origine
Francese
Anno di costituzione
1835 circa
Costitutore
M. Noisette – Parigi (registro internazionale della camelia) oppure M. Cachet – Angers – Francia (Antiche Camelie della Lucchesia)
Sinonimi
‘Ignivoma’
Prima descrizione nota
Berlèse, 1841, Iconographie, vol. I, pl.51: “Il fiore è grande, concavo, doppio e di un bel rosso intenso, un carminio laccato misto a vermiglio, più o meno intenso. La corolla è irregolare. I petali esterni sono numerosi, ma larghi; gli altri eretti e a cucchiaio, leggermente sporgenti e venati di rosso vivo.”
Ulteriori citazioni
Berlèse, 1845, Monographie du genre Camellia. G. Cattolica, A. Lippi, P.E. Tomei, 1992, Camelie dell’Ottocento in Italia, p.46. 2012, Antiche camelie della Lucchesia, p.94-95.
Prima illustrazione
Berlèse, 1841, Iconographie, vol. I, pl.51
Ulteriori illustrazioni
-
Note e osservazioni
-

Dove si trova

Scopri il nostro parco